Con il messaggio n. 3768 di ieri, l’INPS ha reso disponibile a decorrere da oggi 4 novembre 2021, all’interno della procedura Greenpass50+, una nuova funzionalità, da attivare in fase di accreditamento, che permette di “assegnare” a ciascun “Verificatore” un insieme definito di codici fiscali dei dipendenti dell’azienda. Conseguentemente, il “Verificatore” potrà effettuare la verifica del possesso del green pass solo per tali soggetti, con le medesime modalità e alle stesse condizioni specificate nel messaggio n. 3589/2021.

La funzionalità di selezione dell’elenco dei codici fiscali da abbinare a ciascun “Verificatore” può essere attivata puntualmente con l’inserimento dei singoli codici fiscali dei dipendenti oppure può essere attivata massivamente prevedendo l’importazione di un file, in formato .CSV, il cui template è scaricabile dall’applicazione stessa. Tale funzionalità permette anche l’importazione massiva dei “Verificatori”, qualora l’azienda abbia la necessità di inserire un numero considerevole di “Verificatori”. Se un “Verificatore” non ha alcun dipendente associato, avrà la visibilità su tutti i dipendenti dell’azienda.

È disponibile anche la funzionalità di esportazione dell’elenco dei verificatori (con gli eventuali dipendenti associati) presenti nel sistema al momento dell’esportazione.

Serve ricordare in questa sede che ad ogni verifica devono essere selezionati solo i lavoratori effettivamente in servizio, di cui è previsto l’accesso ai luoghi di lavoro nella giornata, mentre devono essere esclusi gli assenti dal servizio e i dipendenti in lavoro agile.

Con l’occasione ricordiamo le criticità da evidenziare in merito alla procedura Greenpass50+:

  • i nuovi assunti non sono individuati dal sistema se non successivamente all’invio della prima denuncia UNIEMENS-POSAGRI-ListaPosPA utile. Si tenga presente che ciascuna denuncia scade alla fine del mese successivo a quello di competenza;
  • la procedura INPS interroga la Piattaforma Nazionale-DGC tra le 20.00 e le 23.59 di ogni giorno, pertanto i dati sono asincroni, con tutte le conseguenze che ne derivano principalmente per i green pass rilasciati a seguito di tampone, validi alle ore 24 del giorno precedente e potenzialmente scaduti al momento dell’ingresso sul luogo di lavoro;
  • restano esclusi dalla procedura di verifica tutti gli esterni, compresi gli amministratori e tutti coloro che non hanno rapporto di lavoro dipendente diretto con l’azienda;
  • attualmente per le aziende con più posizioni INPS (es. una posizione per la gestione dipendenti privati e una posizione per gestione agricola) il requisito dimensionale dei 50 dipendenti (condizione necessaria perché la procedura venga attivata in capo all’azienda) viene verificato su ogni singola posizione con la conseguenza che i datori che hanno complessivamente più di 50 dipendenti ma divisi su due posizioni entrambe inferiori a 50 dipendenti non possono attivare la procedura, mentre quelli che rispondono al requisito dimensionale solo su un/alcune posizioni e non su altre devono attivare un sistema di verifica misto (Greenpass50+ per le prime, altro sistema di verifica per le seconde).

Sede legale e operativa: via A. Volta, 23 - 31030 Casier (TV)  0422 633.882  0422 633.881  commerciale@hunext.com