Lavorare con efficienza significa lavorare con metodo.
In Hunext Software abbiamo scelto di utilizzare il metodo Kanban. Perché?


Si tratta di un metodo flessibile che ben si adatta alla dimensione del nostro team di sviluppatori. Nella nostra realtà, infatti, i cambiamenti da apportare al piano di lavoro possono essere numerosi e frequenti. Kanban ci consente di spostare facilmente i task assegnati a seconda delle esigenze del team e delle urgenze da affrontare, riuscendo a rappresentare in maniera sempre aderente lo stato di avanzamento del lavoro.


Come utilizziamo il metodo Kanban in Hunext?

Per raccontare la nostra esperienza con questo metodo di lavoro è necessario spiegare in cosa consiste e quali sono i principi su cui si basa.


Il metodo Kanban fonda le proprie radici nella Lean Organization (organizzazione snella) e inizia ad essere utilizzato nel 2010 a partire dalla produzione di servizi IT. Oggi Kanban trova applicazione in un crescente numero di ambiti: dalle agenzie marketing al supporto clienti, dall’istruzione alle risorse umane. Occupandoci di sviluppo software, abbiamo deciso di sceglierlo per la necessità di avere un metodo, ma anche un approccio ai compiti da svolgere in team, più flessibile.


Il metodo Kanban, nascendo dalla metodologia Agile prevede una profonda conoscenza dei processi interni. Dal momento che ogni attività coinvolta nello sviluppo è mappata, siamo in grado di svolgere solo le azioni davvero necessarie evitando di sprecare tempo e risorse in attività superflue.


Tra i punti fondamentali di questo metodo risulta fondamentale l’approccio pull. Adottando questo approccio di tipo “trainante” il flusso delle attività tra le varie fasi (che corrispondono alle colonne della lavagna – vedi immagine sotto) è scorrevole. Gestiamo il lavoro in base alle richieste dei clienti in modo da non creare rallentamenti e di non svolgere attività non immediatamente necessarie a scapito di quelle più urgenti.


Fattore determinante nel momento in cui prendiamo in carico un lavoro è la deadline. Conoscere la data ultima entro il quale consegnare il lavoro aiuta a stabilirne la priorità rispetto agli altri e di conseguenza ad organizzare al meglio le attività per garantire puntualità ai clienti.


Per essere efficienti, singolarmente e come team, abbiamo stabilito un numero massimo di compiti in lavorazione all’interno del gruppo di lavoro. Grazie a questo limite è possibile completare i task in modo più focalizzato limitando i ritardi causati da eventuali accumuli di lavori aperti.


Per la visualizzazione del flusso di lavoro e dei membri del team coinvolti abbiamo scelto una Kanban digitale che ci permette di:

  • Spostare facilmente i task
  • Visualizzare, anche con l’utilizzo di opportuni filtri, le attività assegnate a ciascuno
  • Notare con un colpo d’occhio se ci sono task in ritardo o ingorghi nella produzione


Tra i vantaggi del metodo Kanban apprezziamo in particolar modo la gestione delle riunioni di team in cui insieme possiamo dare uno sguardo alle attività e far emergere eventuali criticità nel far passare un task da una colonna alla successiva oppure aggiungere le idee da sviluppare in futuro. Questi standup meeting giornalieri rappresentano per noi un’occasione per condividere con tutto il team gli eventuali problemi e poter ricevere quindi un feedback da più persone contemporaneamente. Inoltre, la cadenza ravvicinata tra un appuntamento e l’altro ci consente di poter avere il riscontro dei colleghi senza interrompere il loro lavoro in ulteriori occasioni.


Nel concreto, come si gestisce una Kanban board?

L’immagine rappresenta una lavagna Kanban semplificata simile a quella che utilizziamo in Hunext.


Gli elementi principali cui abbiamo accennato sopra sono:

  • Schede (o post-it), ciascuna delle quali rappresenta un compito che deve scorrere in tutte le colonne della lavagna.
  • Icone (o foto) per una rapida visualizzazione delle assegnazioni dei task
  • La classificazione tra attività Urgenti (che hanno la priorità assoluta), Bloccate (che non possono essere mandate avanti per criticità insorte di cui discutere nei meeting giornalieri) e “Normali”.
  • Il rapporto tra il numero di attività di cui il team si sta occupando e il limite massimo.


Ciascuno di questi elementi contribuisce ad avere una panoramica istantanea di: quanto sia impegnato il team in generale e ciascun membro in particolare; quale e quanto sia il carico di lavoro in arrivo; quali attività debbano essere prese in carico prima delle altre, quali invece richiedano l’attenzione del team per poter essere spostate di colonna in colonna.


Quali sono i risultati dell’applicazione del metodo Kanban?


Come per la Lean Organization, alla base della decisione di adottare questo metodo di lavoro c’è la convinzione che ogni azione debba tradursi, all’esterno, in valore per il cliente.
A livello interno, invece, l’adozione del metodo Kanban nello sviluppo software ha significato per noi avere uno strumento per organizzarci e per comunicare meglio. Facilitato dalla modalità di lavoro da remoto, il metodo Kanban ci ha permesso di comunicare di più e meglio fra di noi.

Sede legale e operativa: via A. Volta, 23 - 31030 Casier (TV)  0422 633.882  0422 633.881  commerciale@hunext.com 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi